PASSIONE VOLO Sulle Ali del Vento Con la Passione Per il Volo

Passione Volo1.0 Nasce dalla Passione infinita che mi lega al Volo e al Mondo dell'Aeronautica. Un Sogno, una Emozione viva sono gli ingredienti di della Mia Passione per il Volo. Da Condividere con tutti coloro che, come me, amano il Volo in tutte le sue infinite e molteplici forme!
Iscriviti, condividi con tutti noi la Tua Passione per il Volo, sei uno Spotter? Registrati Condividi qui le tue foto di Aerei! Non ci resta che... VOLARE!

Ultimo arrivato…

gennaio 29th, 2015

Un caro saluto a tutti i componenti di questo sito trovato per caso durante una ricerca su di un noto incidente aereo accaduto nel 1955.  Mi presento: figlio d’arte poiché mio padre era un direttore di aeroporto civile e quindi inevitabilmente ho vissuto il volo fin dalla nascita. A 17 anni presi il mio bel brevetto di pilota di I° grado collezionando (fino al matrimonio purtroppo) circa 120 ore di volo. Poi entrai a Fiumicino e lavorai per diverse compagnie aeree straniere inclusa la KLM che mi dette la possibilità di qualificarmi Flight Despatcher. Gli ultimi 9 anni di vita lavorativa li passai come caposcalo dell’allora Air Lanka (oggi Srilankan Airlines). Tutto qui, felice di essere accolto  nel gruppo, grazie. Claudio Statuti

Neos, una compagnia aerea tutta italiana

giugno 14th, 2014

Neos compie dodice anni. Era l’8 marzo del 2002 quando il primo Boeing 737-800 della compagnia italiana effettuò il collegamento inaugurale verso la destinazione di Cape Skirring, in Senegal, prima di dare il via a collegamenti diretti verso la capitale del Paese. Il Certificato di Operatore Aereo conferito dall’ENAC, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, era stato ricevuto qualche giorno prima. Il progetto nacque nel giugno dell’anno precedente, in seguito alla finalizzazione di una joint venture paritetica tra la finanziaria Ifil, al 90% nel capitale azionario dei Gruppo Alpitour e Preussag, nome di spicco del settore turistico già econoinicamente coinvolto in altre compagnie aeree europee.

Neos inizia la propria avventura nel panorama aeronautico con una missione ben precisa: far sentire il passeggero in vacanza fin da subito. Al capostipite della flotta, un Boeing 737-800 di nuova generazione con ali dotate delle innovative winglets (il vettore è stato il primo in Italia ad introdurle) e indicatori degli strumenti di navigazione primari a cristalli liquidi, venne affiancato dopo pochi mesi un secondo esemplare per far fronte al network crescente. Dopo il Senegal furono infatti introdotti i servizi verso Turchia, Spagna, Egitto e Israele. Nello stesso arco di tempo, il piccolo gruppo di quaranta persone che diede il via all’aerolinea raggiunse i 70 dipendenti, con un cospicuo numero di piloti ed assistenti di volo a far parte dell’organico.

Il logo societario venne cambiato nel 2004, passando dal “sorriso rosso” sull’impennaggio di coda (logo del partner tedesco) all’attuale rondine mediterranea, mossa effettuata dopo il cambio di proprietà del vettore che a quel punto diventava italiano al 100%. Lo stesso anno vide l’arrivo del quarto aeromobile destinato al cortomedio raggio (il terzo era giunto nel febbraio 2003), l’estensione dell’operativo verso gli scali di Mosca e San Pietroburgo, il restyling del sito web e della rivista di bordo. Il Gruppo Alpitur richiese espressamente l’avvio di collegamenti di lungo-raggio, servizi che vennero inaugurati il 17 dicembre del 2004, con un volo dall’hub di Malpensa per l’Avana (Cuba) e Montego Bay, in Jamaica (ulteriori info su voli da Milano) . Il velivolo scelto per operare queste tratte era un widebody Boeing 767-300ER, preso in affitto fino alla consegna dell’aeromobile di proprietà “Ciudad de la Habana” nel dicembre 2005, inizialmente configurato con 280 posti in classe unica prima dell’introduzione della classe Business denominata “Neos Class“. Un secondo 767 si unirà poi alla flotta nel maggio dell’anno successivo.

Il decennio trascorso non è sicuramente stato facile per l’aviazione civile mondiale. Prima l’11 settembre 2001 e la miriade di problematiche correlate a quella triste giornata, poi i bassi tassi di crescita dell’Europa, il debito pubblico dell’Italia e le crisi finanziare delle annate 2008/2009 e 2011/2012, il caro carburante, insomma una concomitanza di eventi che hanno messo a dura prova gli operatori di settore. Nel suo piccolo, Neos ha fronteggiato queste difficolta ponendo la massima attenzione a tutti gli aspetti gestionali che potevano concorrere a mantenere competitiva la sua posizione sul mercato, adottando grande prudenza nella valutazione di opzioni sia di diversificazione che di crescita dimensionale.

Dimensioni e peso del bagaglio a mano

marzo 25th, 2014

2 viaggiatori su 3 in Europa hanno volato negli ultimi mesi con il solo bagaglio a mano. La scelta di “restare leggeri” nasce dalla necessità di risparmiare, ma… non sempre ci si riesce. Questo perché le dimensioni e il peso del bagaglio a mano spesso cambiano a seconda della compagnia aerea. Secondo una *ricerca condotta da Skyscanner, circa il 27% dei viaggiatori vola con un bagaglio a mano delle dimensioni sbagliate, con la spiacevole conseguenza (registrata nel 59% dei casi) di salati “extra” da pagare.

Date un’occhiata all’infografica di Skyscanner con le dimensioni e i limiti di peso del bagaglio a mano di alcune delle più importanti compagnie aeree e preparatevi a viaggiare senza dover sborsare un soldo in più.


Infografica Bagaglio a mano

 

 

Benvenuti a bordo: decolla Airbus Helicopters!

gennaio 11th, 2014

Airbus_Hcs_Boarding_Pass

Il rebranding di Eurocopter in Airbus Helicopters, effettivo dall’8 gennaio, segna una nuova era nella storia della società, che entra a far parte, insieme a Airbus e Airbus Defense & Space, del nuovo Airbus Group, azienda leader a livello mondiale nel settore aerospaziale e dei servizi per la difesa.

Airbus Helicopters potrà beneficiare del brand Airbus, ma anche offrire un apporto positivo grazie alle elevate competenze nello sviluppo, produzione, commercializzazione e assistenza nell’ambito della propria linea diversificata di elicotteri.

“Questo rebranding è parte integrante del processo di cambiamento attualmente in corso, che viene ora ulteriormente rinforzato dalla forza del brand Airbus in termini di innovazione, qualità ed eccellenza nel settore” ha commentato Guillaume Faury, Presidente di Airbus Helicopters. “Entrambe le società saranno impegnate nel rafforzare gli standard di settore in termini di sicurezza, capacità di missione e performance per i nostri operatori in tutto il mondo.”

Il nome e il titolo dei prodotti di Airbus Helicopters rimangono al momento invariati, mentre cambia il sito internet principale della società: www.airbushelicopters.com.

Airbus Helicopters

Airbus Helicopters, già Eurocopter, è una divisione di Airbus Group, azienda leader a livello mondiale nel settore aerospaziale e dei servizi per la difesa. Con circa 22.000 dipendenti in tutto il mondo Airbus Helicopters è il costruttore di elicotteri leader al mondo con un fatturato di 6,3 miliardi di euro. Attualmente la flotta in servizio comprende circa 12.000 elicotteri operati da oltre 3.000 clienti in 150 paesi. La presenza internazionale di Airbus Helicopters è assicurata grazie alle proprie consociate e alle proprie partecipazioni in 21 paesi e il network globale di centri di assistenza, strutture di addestramento, distributori e agenti certificati. Airbus Helicopters offre la più ampia gamma di elicotteri civili e militari a livello mondiale ed è fortemente impegnato sul fronte della sicurezza, l’aspetto più importante del proprio business, per le migliaia di persone che volano ogni anno complessivamente per oltre 3 milioni di ore.

(TT&A – Ufficio Stampa Eurocopter)

L’Airbus A350 MSN2 si presenta con la nuova livrea “Carbon”

gennaio 11th, 2014

A350_MSN2_2

A350XWB-MSN2-3

L’A350 MSN2 sarà il primo aeromobile a essere equipaggiato con una cabina per i primi voli a lungo raggio con passeggeri a bordo

Il 2 gennaio, presso lo stabilimento di Tolosa, Airbus ha presentato il suo terzo aeromobile A350 XWB adibito ai test di volo, l’MSN2, segnando una nuova importante tappa verso l’entrata in servizio, in programma per il quarto trimestre 2014. L’aeromobile, appena uscito dallo stabilimento di verniciatura, possiede una particolare livrea “Carbon”, a sottolineare che è stato costruito con materiali avanzati. L’aeromobile è anche il primo di due A350 adibiti ai test di volo a essere equipaggiato con una cabina per il trasporto di passeggeri.

Nel corso delle prossime settimane l’MSN2 si unirà alla flotta degli A350 XWB adibiti ai test di volo e sarà il primo A350 a trasportare passeggeri quando, nel corso dell’anno, intraprenderà gli ‘Early Long Flights’ (ELF), i primi voli a lungo raggio .

L’introduzione di materiali compositi negli aeromobili Airbus è avvenuta gradualmente, ed è iniziata  nel febbraio 1982, quando sono stati utilizzati per la prima volta in un Airbus A310. Grazie a oltre 30 anni di esperienza nell’utilizzo di materiali compositi, il 53% della struttura dell’A350 XWB è composto da polimeri rinforzati con fibra di carbonio (CFRP),  e  comprende prima fusoliera in fibra di carbonio.

(TT&A – Ufficio Stampa Airbus)

I Nuovi Elicotteri Bimotore EC175 e EC145 di Eurocopter in Asia per tre settimane di Demo

dicembre 11th, 2013

Marignane, 10 dicembre 2013

 EC175_EXPH-0176-119_copyright_Eurocopter_Jay_Miller EC145T2_EXPH-0176-85_copyright_Eurocopter_Jay_Miller

L’EC175 di nuova generazione e l’EC145 T2 evoluto della famiglia di elicotteri bimotore di Eurocopter sono attualmente in Asia per un tour dimostrativo con gli operatori del settore petrolifero, trasporto di personalità, corporate, charter, militare e forze dell’ordine.

Oltre a offrire l’occasione di vedere dal vivo le performance e le capacità di questi elicotteri, il tour asiatico di Eurocopter propone un simposio di due giorni per il settore petrolifero in cui clienti e operatori locali potranno assistere a presentazioni e workshop sulle missioni off-shore in elicottero con tematiche che vanno dai servizi di supporto alla sicurezza e addestramento.

Durante il tour, partito il 2 dicembre e che si concluderà il 19 dicembre, l’EC175 e l’EC145 T2 saranno in Malesia e Tailandia, mentre l’EC175 farà tappa anche in Vietnam. Questo tour dimostrativo rientra nella strategia di Eurocopter di essere a stretto contatto con i propri clienti in tutto il mondo, scelta importante per il settore petrolifero, settore particolarmente impegnativo.

L’EC175 è diventato il punto di riferimento degli elicotteri bimotore di medio tonnellaggio per una vasta gamma di interventi: trasporto aereo per gli operatore del settore petrolifero, missioni di ricerca e salvataggio, interventi medici di emergenza, servizio pubblico, trasporto di personalità e trasporto in ambito business. Velocità ed eccellenti qualità di volo permettono di rispondere a un’ampia tipologia di interventi nel settore petrolifero, assicurando elevate performance, sicurezza ed efficienza economica in termini di funzionamento e mantenimento.

L’EC145 T2 è una versione evoluta del modello EC145 di Eurocopter, equipaggiato con due nuovo motori Arriel 2E munito di FADEC e con rotore di coda Fenestron, dispone di una suite avionica digitale innovativa con autopilota a 4 assi.

Eurocopter

Fondato nel 1992, il gruppo franco-tedesco-spagnolo Eurocopter è una società controllata da EADS, azienda leader a livello mondiale nel settore aerospaziale e dei servizi per la difesa. Il Gruppo Eurocopter conta circa 22.000 dipendenti. Nel 2012 Eurocopter ha confermato la propria posizione di costruttore di elicotteri leader al mondo, con un fatturato di 6,3 miliardi di euro, ordini per 469 nuovi elicotteri e una quota di mercato del 38% nei settori civile e parastatale. Complessivamente gli elicotteri del gruppo rappresentano il 33% della flotta civile e parastatale a livello mondiale. La forte presenza a livello internazionale di Eurocopter è assicurata grazie alle sue consociate e alle sue partecipazioni in 21 paesi. Il network globale di centri di assistenza, strutture di addestramento, distributori e agenti certificati, supporta oltre 2.900 clienti. Attualmente sono oltre 11.780 gli elicotteri Eurocopter in servizio in 148 Paesi. Eurocopter offre la più ampia gamma di elicotteri civili e militari a livello mondiale ed è fortemente impegnato sul fronte della sicurezza, l’aspetto più importante del proprio business.

Sito: www.eurocopter.com

(TT&A – Ufficio Stampa Eurocopter)

AESA dà ok all’uso dei telefonini in volo a partire dal 2014

dicembre 10th, 2013

Milano, 10 dic. (TMNews) – Bruxelles dà il via libero all’utilizzo di apparecchi elettronici portatili durante tutte le fasi del volo per i passeggeri delle linee aeree dell’Ue a partire dall’anno prossimo, ma con modalità “aereo”.

“Oggi, superiamo una prima tappa nel rendere meno severe le regole per l’utilizzo dei dispositivi elettronici a bordo degli aerei in tutta sicurezza durante le fasi di rullaggio, decollo e atterraggio”, ha annunciato il commissario dei Trasporti europeo, Siim Kallas.
“La prossima tappa riguarderà la connessione a internet a bordo dei velivoli. Pensiamo di pubblicare le nuove direttive dell’Ue sull’uso degli apparecchi connessi sugli aerei nell’Ue durante il prossimo anno”, ha spiegato Kallas, aggiungendo che nel febbraio 2014 saranno revocate anche alcune restrizioni sull’imbarco di liquidi finora vietati. “Non potremo autorizzare tutto”, ha subito precisato.

Servirà tuttavia l’autorizzazione del comandante di bordo per tenere accesi i telefonini portatili, i tablet e i lettori per e-book in “modalità aereo”, cioè non connessi alla rete. “Restare connessi in volo è il desiderio di tutti, ma la priorità resta la sicurezza”, ha insistito Kallas.
La possibilità in futuro di utilizzare gli apparecchi con una connessione di rete a bordo dell’aereo, sarà legata alla modalità silenziosa: “Bisognerà rispettare il silenzio. Nessun problema sulle conversazioni private. Saranno autorizzati gli sms e le email, nient’altro”, ha annunciato il commissario.

A novembre l’Agenzia europea per la sicurezza aerea ha dato il suo benestare per l’utilizzo di apparecchi elettronici sugli aerei di linea durante tutte le fasi del volo, compreso decollo e atterraggio. La stessa autorizzazione era stata concessa un mese prima, a ottobre, dalla Federal Aviation Administration (Faa), ovvero dall’Agenzia americana che controllo lo spazio aereo civile, per quanto riguarda i videogiochi e i tablet, mentre si valuta l’estensione dell’accordo a telefonini o iPad con reti mobili 3G o 4G (connessione che resterà vietata durante il decollo o l’atterraggio).

Le compagnie aeree più ricche del mondo

agosto 22nd, 2013

1

Flight Global, importante sito su tutto quello che gira attorno al mondo delle compagnie aeree, ha condotto un’indagine riguardante chi ha ottenuto i maggiori introiti economici nel 2012. La cosa ha riguardato anche le low cost naturalmente, ma come andremo tra poco a vedere, le compagnie aeree tradizionali la fanno ancora da padrona.

Ad avere ottenuto i maggiori ingressi nel 2012 è stata la tedesca Lufthansa, capace d’incassare oltre 38 milioni di dollari. Seconda e terza posizione per le statunitensi United e Delta Airlines, attivissime rispettivamente in territorio nazionale e internazionale. In quarta posizione ecco un’altra compagnia di bandiera, ovvero la Air France con 33 miliardi  di dollari, seguita dalla AMR (USA) e dalla IAG. In ottava posizione la lussuosissima Emirates, seguita dalla giapponese Ana Group e dalla Southwest Airlines.

2

Per trovare una compagnia aerea low cost bisogna scendere in 26ma posizione, dove si trova la famosissima Ryanair, capace d’incassare poco più di 6 miliardi di dollari. Sullo stesso ordine di cifre si trova anche Easyjet.

I passeggeri insomma preferiscono ancora affidarsi al lusso e ai comfort delle compagnie aeree tradizionali, che soprattutto nelle tratte a medio e lungo raggio, sanno offire ancora quella comodità e quella qualità del servizio che permette ai passeggeri d’arrivare riposati a destinazione e non con qualche indolenzimento da sedile stretto.

In 36ma posizione e con 4 posti persi rispetto all’anno precedente si trova la nostra Alitalia, capace d’incassare 4,6 miliardi di dollari ma che nonostante questo continua a macinare da troppi anni bilanci in rosso a causa di una gestione sciagurata che sembra non avere mai fine.

TOP AIRLINE GROUPS RANKED BY REVENUES 2012

1 (1) Lufthansa Group Germany

2 (2) United-Continental Holdings USA

3 (3) Delta Air Lines USA

4 (4) Air France-KLM Group France

5 (5) FedEx Express USA

6 (6) AMR USA

7 (7) IAG UK

8 (8) Emirates Group UAE

9 (9) ANA Group Japan

10 (10) Southwest Airlines USA

11 (13) Qantas Australia

12 (12) Air China China

13 (14) China Southern Airlines China

14 (11) Japan Airlines Japan

15 (16) US Airways Group USA

16 (17) China Eastern Airlines China

17 (15) LATAM Airlines Group Chile

18 (18) Cathay Pacific Group Hong Kong

19 (19) Singapore Airlines Group Singapore

20 (20) Air Canada Canada

Volo inaugurale per il primo Tiger HAD/E assemblato presso Eurocopter Spain

agosto 6th, 2013

Tiger in volo Copyright Eurocopter, José Miguel Esparcia Sánchez

 

Albacete, Spagna, 6 agosto 2013

Il programma Eurocopter per gli elicotteri d’attacco Tiger ha raggiunto un nuovo importante obiettivo con il volo inaugurale del Tiger HAD/E assemblato presso lo stabilimento spagnolo Eurocopter di Albacete.

L’elicottero assemblato ad Albacete e designato con la sigla HAD/E-5002 sarà il primo ad entrare in servizio con Fuerzas Aeromòviles del Ejército de Tierra (FAMET), l’unità elicotteristica dell’esercito spagnolo. La consegna è prevista entro fine 2013. Questo segue il primo prototipo (HAD/E-5001) – assemblato presso lo stabilimento Eurocopter di Marignane (Francia) e impiegato dal 2010 nella campagna per la certificazione e qualifica di volo in Spagna.

L’elicottero si aggiunge ai sei esemplari Tiger HAP/E assemblati in Francia attualmente in servizio presso le forze armate spagnole, e utilizzati nelle missioni in Afghanistan.

(TT&A – Ufficio Stampa Eurocopter)

Le Forze armate del Belgio ricevono il primo elicottero NH90 destinato alle operazioni marittime

agosto 6th, 2013

Elicottero NH90 nella versione NFH

Donauwörth, Germania, 6 agosto 2013

Eurocopter ha consegnato il primo NH90 NFH (NATO Frigate Helicopter) alle Forze Armate del Belgio, fornendo un elicottero avanzato, dalle elevate capacità e pienamente qualificato per rispondere ai requisiti delle missioni multi ruolo del Paese.

Oltre a essere il primo NH90 NFH ricevuto dal Belgio, si tratta anche del primo elicottero costruito nello stabilimento Eurocopter di Donauwörth in Germania, a dimostrazione della capacità dello stesso di assemblare e consegnare questi elicotteri bimotore di nuova generazione.

Il Belgio diventa il quinto Paese a far entrare in servizio l’NH90 NFH dopo Francia, Italia, Olanda e Norvegia. L’elicottero recentemente consegnato è caratterizzato da piena capacità operativa (FOC, Full Operational Capability), garantendo la sua predisposizione per l’intera gamma di missioni navali del Belgio, come operazioni di ricerca e soccorso (SAR) o missioni militari in mare.

La formazione degli equipaggi per il volo e per la manutenzione avrà inizio il mese prossimo, mentre le operazioni inizieranno nel 2014 utilizzando i primi due elicotteri. Il Belgio ha complessivamente ordinato otto NH90, compresi quattro in versione navale NFH, che andranno a sostituire gli elicotteri Sea King della Marina Belga. La configurazione degli aeromobili è identica a quella degli NH90 NFH olandesi.

Le forze militari che operano attualmente con l’NH90 NFH hanno utilizzato con successo l’elicottero in missioni di soccorso, trasporto e sorveglianza. Ad esempio, a oggi oltre 50 persone sono state recuperate dagli NH90 della marina francese, mentre l’Olanda ha recentemente schierato i suoi elicotteri sul Corno d’Africa a supporto delle operazioni navali dell’Unione europea.

L’NH90 è uno dei programmi elicotteristici di maggior successo in Europa, con 529 ordini confermati da 14 diversi Paesi. Sono già stati consegnati in totale 154 NH90. La versione NH90 NFH ha avuto da sola 111 ordini.

La gestione del programma NH90 è eseguita dal consorzio NHIndustries, di proprietà Eurocopter (62.5%), AgustaWestland (32%) e Stork Fokker (5.5%).

(TT&A – Ufficio Stampa Eurocopter)

Next »